Ora sei qui: Home

Freccia

Home


11.05.18

A.M. Consorzio: diritti dei lavoratori non pervenuti. (comunicato stampa Cgil-Fiadel)


Teramo, li 11/05/2018 

L’Azienda A.M. Consorzio di Pineto, vincitrice del bando per la raccolta dei rifiuti nei comuni di Canzano e Castellalto, da un anno non risponde alle richieste dei lavoratori.

Solo qualche esempio dell’arroganza di un’Azienda che pensa di operare in situazioni dove i diritti sono una gentile concessione del padrone di turno .

-Piano ferie 2018, confronto tra le parti previsto dal contratto di lavoro, abbiamo scritto una lettera il 27/04/2018, ad oggi nessuna risposta;

-busta paga, ogni mese manca sempre qualche indennità;

-spogliatoi, i lavoratori sono costretti a cambiarsi in una stanza sprovvista di docce ecc.

-organizzazione del lavoro inesistente, nessun rappresentante dell’Azienda in un anno ha mai supportato i dipendenti presso i cantieri;

-raccolta ingombranti con un operatore e senza pedana del mezzo utilizzato, immaginate disporre un frigo una lavatrice ecc. sopra un camion da solo;

-i dipendenti lavorano  tutte le festività infrasettimanali.

-manutenzione dei mezzi quasi inesistente, ad esempio sono piu’ di 10 giorni che i lavoratori hanno segnalato  un mezzo rotto pieno di rifiuti ,a tutt’oggi non è stato riparato;

- ci sono due operatori assunti a tempo determinato che dovrebbero essere trasformati a tempo indeterminato.

 Il servizio fino adesso è andato avanti grazie alla professionalità ed abnegazione dei lavoratori, i cittadini non hanno riscontrato disservizi di nessun genere ma la pazienza è finita non possono essere sempre i dipendenti a pagare le conseguenze di una gestione dell’Azienda a dir poco dilettantistica.

 Se le cose non cambieranno nelle prossime settimane come Organizzazioni Sindacali metteremo in campo tutte le iniziative, non ultimo anche lo sciopero, affinchè i diritti dei lavoratori vengano rispettati nella consapevolezza che i cittadini saranno dalla nostra parte. 


FP CGIL                                                                                Fiadel
Amedeo Marcattili                                                            Massimo Di Carlo